La cistite non ti dà pace?

Scopri come prevenire le infiammazioni delle vie urinarie senza usare farmaci

Almeno una volta l’avrete avuta. Se non è così ringraziate, perché la cistite è proprio una ‘brutta bestia’. C’è chi sostiene sia il dolore più simile al parto e forse esagera, ma chi non ha ancora partorito e di cistiti ne ha avute parecchie, vi assicura che è davvero un’infezione fastidiosa e provoca un doloroso bruciore.

La cistite è una infiammazione delle basse vie urinarie che può interessare la vescica urinaria o l’uretra (da qui si usa il termine uretrite), la struttura anatomica che consente il passaggio dell’urina dalla vescica all’esterno.

I primi elementi che la caratterizzano sono sicuramente i sintomi: bruciore, stimolo continuo ad orinare, bruciore accentuato durante la minzione e dolore nella parte bassa dell’addome, che negli episodi più acuti è accompagnato da sangue nelle urine.

La cistite che si verifica più di frequente è quella batterica, che si manifesta quando la vescica si infiamma in maniera acuta o cronica. L’infiammazione è causata da agenti patogeni come germi intestinali di origine fecale, vaginale o uretrale che giungono alla vescica risalendo dall’uretra, il condotto dal quale fuoriesce l’urina, che nelle donne è lungo circa 3-4 cm (diversamente dai 13-16 cm di quello degli uomini).

Può sembrare banale, ma il rimedio più efficace per combattere la cistite è uno solo e si chiama prevenzione. Tra i consigli utili ci sono quello di non abusare di detergenti intimi che possono alterare il ph, abbassando le difese dell’organismo; non indossare pantaloni troppo stretti e prediligere l’intimo di colore chiaro e di cotone. Anche la cura dell’alimentazione è un mezzo preventivo efficace: la proliferazione dei batteri è alimentata dagli zuccheri raffinati, che dovrebbero essere evitati, insieme al consumo di bevande come succhi di frutta confezionati, alcol, caffè o alimenti come formaggi e insaccati o contenenti peperoncino e pepe.

L’alimentazione da preferire è quella ricca di fibre e cereali integrali, verdura e frutta diuretica come ananas, pompelmo e frutti rossi. Il succo del mirtillo, in particolare, possiede attività diuretiche e depurative delle vie urinarie e impedisce l’adesione dei batteri alle pareti della vescica.

Una  prevenzione completa della cistite, si potrà ottenere abbinando tutti questi elementi ad una corretta pulizia della cavità vaginale: per farlo hai bisogno di Aelav.

Aelav è un dispositivo monouso per il lavaggio o l’irrigazione vaginale con soluzione fisiologica sterile. Favorisce e facilita la rimozione di secrezioni vaginali patologiche dal fornice vaginale, aiuta a curare le vulvo-vaginiti infantili e a trattare le uretriti. E’, inoltre, il sistema indicato per il lavaggio della cavità vaginale in condizioni di immobilizzazione a letto e per il lavaggio dell’organo genitale femminile prima di interventi chirurgici.

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Carrello
Torna su