Ti senti stanco durante il giorno?

Scopri le conseguenze del russare nel sonno

Molte persone russano. Alcuni ne sono consapevoli perché se ne accorgono da soli o perché sentono i propri compagni o familiari lamentarsi, altri forse non lo sanno nemmeno. Le cause del russamento possono essere molteplici, ma chi soffre di questo disturbo, ha mai riflettuto sulle conseguenze che può provocare una dormita di ‘bassa qualità’?
Oltre a disturbare il compagno/a durante la notte e a far calare repentinamente il proprio sex appeal, russare durante il sonno può essere provocato da disturbi respiratori e manifestare conseguenze più serie e preoccupanti.

La qualità del sonno di una persona che russa è molto più scarsa rispetto a quella di una persona che non lo fa, per questo chi russa tende a non riposare bene. Più sono i fattori di resistenza, poi, maggiore sarà il consumo di energia. I soggetti che russano, tendono a sentirsi particolarmente stanchi durante il giorno, rischiando di compromettere anche le proprie prestazioni lavorative.
I disturbi respiratori del sonno sono alterazioni della meccanica ventilatoria o della respirazione di origine complessa, che determinano alterazioni del sonno fisiologico.
Da cosa possono essere provocati questi disturbi?

La causa più comune di questi disturbi l’OSAS (Obstruction Sleep Apnea Syndrome), la Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno.
L’organismo umano è una struttura che per svolgere le sue funzioni ha bisogno di ossigeno, molecola indispensabile per lo sviluppo di energia nei nostri organi. L’ossigeno entra nel corpo tramite le vie aeree, dal naso o dalla bocca, grazie al diaframma, muscolo la cui attivazione è automatica.
La respirazione nasale è decisamente preferibile a quella con la bocca, nella quale la pressione parziale degli alveoli è più bassa e, di conseguenza, si assume una quantità minore di ossigeno.

Cosa accade durante il sonno?

Durante il sonno si determina una fisiologica riduzione del calibro delle vie aeree, il sangue tende a ristagnare ancora di più, e se si dorme a pancia in alto la posizione del collo e della mandibola non facilitano la respirazione.

Quando si parla di apnea notturna?

L’apnea notturna si verifica quando, durante il sonno, la respirazione si interrompe per alcuni secondi.

Lo sapevi che…
Da uno studio realizzato dal Ministero della Salute, risulta che le persone soggette ad episodi di apnea notturna, sono sottoposte al maggiore rischio di addormentarsi durante la guida e che questo rischio è direttamente connesso alla possibilità di provocare incidenti?
I centri per lo studio della respirazione durante il sonno, presenti in tutto il territorio nazionale, devono predisporre uno screening sulla popolazione, in accordo con i medici di medicina generale.
Le conseguenze dell’apnea notturna e dei disturbi del sonno, provocati e/o alimentati dal russare, sono evidenti e pericolosissime e lo studio dimostra come il danno economico relativo al verificarsi di incidenti stradali, ammonti alla cifra di circa 3 milioni di euro annui.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Carrello
Torna su