Come si possono limitare i danni delle polveri da smog?

Prevenzione e lavaggi con la soluzione fisiologica fra i sistemi più efficaci

Secondo uno studio realizzato dall’Aea (Agenzia europea dell’ambiente), l’inquinamento dell’aria provoca ogni anno in Italia circa 84.400 morti premature, colpendo soprattutto i soggetti più piccoli (con fenomeni come allergie, asma e infezioni alle vie respiratorie) e gli anziani, nei quali aumenta notevolmente il rischio di patologie cardiache e circolatorie.

Tra gli effetti negativi causati dall’inquinamento atmosferico e dalle polveri sottili, si annoverano anche l’invecchiamento precoce della pelle, accompagnato da reazioni allergiche, eczemi e dermatiti.

L’allarme inquinamento del’aria è presente in molte città della penisola, ma esistono alcuni sistemi capaci di limitare i danni che lo smog può provocare nell’organismo, soprattutto dei soggetti più fragili. La prima, e apparentemente banale, precauzione da prendere è cercare di evitare esposizioni prolungate all’aria aperta, nelle ore della giornata in cui lo smog raggiunge la concentrazione massima, come ad esempio gli orari in cui sono in funzione la maggior parte dei mezzi o le fasce giornaliere in cui le persone di recano e tornano a casa dal lavoro. Fra gli accorgimenti che si possono attivare rientrano quella di:

  • – ventilare l’ambiente domestico durante le ore notturne,
  • – prediligere passeggini con posizione più alta rispetto ai tubi di scappamento delle auto, poiché stare più in alto rispetto alle polveri sottili (che viaggiano rasoterra), non è da sottovalutare,
  • – passeggiare in tragitti meno trafficati e non farlo nelle ore di punta,
  • – portare i neonati nello zaino o nel marsupio,
  • – praticare sport aerobico per migliorare la salute di cuore e polmoni e favorire lo smaltimento di scorie,
  • – allontanarsi dalla città durante le giornate di festa, per una passeggiata in zone montane o nella natura, dove c’è aria più pulita,
  • – proteggersi con guanti e sciarpe per evitare il contatto diretto fra la superficie cutanea e lo smog,
  • – mangiare verdura fresca, frutta e cibi con proprietà antiossidanti.

Fra le tecniche più efficaci di prevenzione, ce n’è poi una che ognuno può fare comodamente a casa propria, quando preferisce ed è molto consigliata a fine giornata: un lavaggio delle cavità nasali con soluzione fisiologica, che aiuti a ripulire le vie aeree dalle polveri da smog.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Carrello
Torna su